Lucernario continuo S

Struttura costruttiva, efficienza energetica e pregio estetico all’avanguardia

Il primo lucernario continuo a doppia falda con vetrata in materiale plastico, con taglio termico di serie

Con il lucernario continuo S30 CI-System, LAMILUX ha sviluppato un sistema di illuminazione naturale a doppia falda, da installare sui tetti piani di edifici a uso industriale e amministrativo, che risponde ai più moderni standard tecnologici.
Basandoci sulla nostra lunga esperienza nella produzione di lucernari, puntiamo a realizzare soluzioni caratterizzate da elevata resistenza, grande pregio estetico e rispondenza ai criteri di efficienza energetica e sostenibilità dell’edilizia del futuro!
... ... ...   
NOVITÀ
  • L’impiego di nuovi materiali assicura la realizzazione di una struttura a perfetto taglio termico e la conformità ai più rigorosi requisiti in materia di efficienza energetica nelle moderne costruzioni per il settore industriale e amministrativo.
  • L’impiego di componenti innovativi assicura la resistenza del lucernario continuo ai carichi di vento e di neve
  • Ampia gamma di lastre di copertura
  • Disponibile con superfici vetrate posate con un’inclinazione di 30° e 45°
  • In versione a shed, disponibile con parete rivolta a sud inclinata di 30° e parete orientata a nord inclinata di 60° 

Efficienza energetica

  • costruzione a traversi e montanti e sistemi di battenti a taglio termico.
  • convertitore isotermico del carico (ITL) - un componente che permette di integrare materiali ad alto potere isolante nel profilo di base del lucernario.
  • Lastre in materiale plastico adeguate alle esigenze energetiche dell’edificio (spessore lastre da 10 a 32 millimetri) con ottimi coefficienti di trasmittanza termica che raggiungono anche valori di 1,2 W/(m²K).
  • Grande disponibilità di luce naturale con conseguente risparmio energetico e controllo dell’apporto termico solare.
  • Aerazione e ventilazione naturali ad alta efficienza energetica.

Sicurezza

  • sistema di fissaggio bionico-dinamico (BDS) applicato nell’area del colmo per compensare in modo flessibile le forze e le tensioni generate in presenza di elevati carichi di neve e vento. 
  • assorbitore attivo di dilatazione (ADA) per assorbire i differenti coefficienti di dilatazione tra le guarnizioni e le nervature di irrigidimento nelle traverse portanti.
  • sistema di regolazione dinamica della coppia (DMR) per montare saldamente la lastra nel sistema di battenti, ottimizzando le tensioni.
  • battenti modulari in diversi formati, combinabili tra loro per realizzare superfici ideali di evacuazione del fumo.
  • protezione lineare antincendio (LDS) per impedire la propagazione dell’incendio sul tetto.
  • Integrazione di evacuatori di fumo e calore (EFC) e deirelativi sistemi di azionamento.

Design

  • Costruzione di grande pregio architettonico, a doppia falda.
  • Estetica moderna, orientata al futuro.
Lastre di copertura
  • Impiego di vetri con ottime prestazioni per rispondere a qualsiasi tipo di esigenza (ad es. isolazione termica e acustica, trasmissione della luce, resistenza agli agenti chimici)
  • La copertura standard è costituita da lastre in policarbonato opale a più pareti, dello spessore totale anche di 32 millimetri.
  • È possibile impiegare lastre ad alto potere fonoisolante o resistenti agli agenti chimici
  • Le particolari caratteristiche dei materiali utilizzati conferiscono alle lastre in poliestere rinforzato con fibra di vetro una elevata resistenza ai raggi UV ed alle intemperie.
  • La grande trasparenza del gelcoat assicura una trasmissione della luce pari a circa il 33 percento 
  • Nella versione a shed, la parete a sud è dotata di una lastra supplementare opaca in vetroresina

Attenzione: i dati relativi al valore Ug si richiamano alle disposizioni della norma DIN EN 673 (posa verticale). Per il calcolo delle caratteristiche termotecniche del lucernario continuo (Uw) occorre prendere a riferimento i valori effettivi di trasmittanza termica dei profili della struttura, compresi i profili di base, quelli della parete anteriore e quelli dei battenti.

pc10_4_bs
PC 10-4

Valore Ug: 2,5 W/(m²K)
Abbattimento acustico: 17 dB
Classe di reazione al fuoco: B-s1, d0 
Trasmissione della luce: ca. 61%


pc10_4_pc6_bs
PC10-4 + PC6-4
Valore Ug: 1,8 W/(m²K)
Abbattimento acustico:17 dB
Classe di reazione al fuoco: B-s1, d0
Trasmissione della luce: ca. 42%


pc32_5
PC32-5
Valore Ug: 1,2 W/(m²K)
Abbattimento acustico: 18 dB
Classe di reazione al fuoco: E, d0
Trasmissione della luce: ca. 38%


composite_10mm
Composite 10 mm PrfV cavity-resist
Valore Ug: 3,1 W/(m²K)
Abbattimento acustico: 22 dB
Classe di reazione al fuoco: E, d0
Trasmissione della luce: ca. 40%

petg_16mm
Vetro fonoisolante 16 mm 27dB
Valore Ug: 2,3 W/(m²K)
Abbattimento acustico: 27 dB
Classe di reazione al fuoco: E, d0 
Trasmissione della luce:ca. 51%



Battenti con funzione di aerazione e evacuazione di fumo e calore


lucernario S - battente d’aerazione singolo
battente d’aerazione singolo
 lucernario S - battente d’aerazione singolo
battente d’aerazione singolo  

  • Configurazione come battente unico o strutturato con due battenti contrapposti.
  • L’apertura o la chiusura dei battenti è azionata manualmente o automaticamente
  • motori elettrici (24 Volt/230 Volt) mediante asta a cremagliera o attuatore con cilindro pneumatico
  • Sistema di comando dei battenti ad alto livello di efficienza energetica per assicurare il naturale ricambio dell’aria e la ventilazione, completo di sensore vento e pioggia e di ulteriori componenti tecnici di controllo
  • Ottima tenuta alla pioggia battente con l’impiego di telai saldati
  • ottima isolazione termica
  • elevata sicurezza nel montaggio del lucernario continuo, poiché non è necessario eseguire la saldatura separata dei punti di tenuta ermetica
  • chiusura a tenuta dei battenti con compensazione delle tolleranze strutturali mediante guarnizione a palloncino

Dimensioni | EFC SE30, battente singolo

Modello
Miusura-Foro
Misura x
Misura ySuperficie geometrica
apertura (S.G.A.)
Superficie utile
apertura (S.U.A)

100

100
120

53
53

0,53
0,63

0,32
0,38

150

100
120

82
82

0,82
0,97

0,49
0,58

200

100
120

111
111

1,11
1,31

0,64
0,76

250

100
120

140
140

1,40
1,65

0,80
0,92

300

100
120

169
169

1,69
1,99

0,95
1,09


Dimensioni | EFC SD30, battente doppio

Modello
Miusura-Foro
Misura x
Misura ySuperficie geometrica
apertura (S.G.A.)
Superficie utile
apertura (S.U.A)

100

TS

100
200
420

53
53
53

1,02
2,09
4,24

0,64
1,27
2,42

150

TS

100
200
420

82
82
82

1,52
3,12
6,32

0,96
1,72
3,48

200

TS

100
200
420

111
111
111

2,02
4,14
8,40

1,15
2,28
4,20

250

TS

100
200
420

140
140
140

2,52
5,17
10,48

1,29
2,53
4,72

300

100

169

3,02

1,48
TS = EFC in versione tandem di serie


Dimensioni | Battente d’aerazione singolo SE30

Modello
Miusura-Foro
Misura x
Misura ySuperficie geometrica
apertura (S.G.A.)

100

100
120

53
53

0,53
0,63

150

100
120

82
82

0,82
0,97

200

100
120

111
111

1,11
1,31

250

100
120

140
140

1,40
1,65

300

100
120

169
169

1,69
1,99

Lucernario S - Protezione anticaduta

Protezione anticaduta

  • costantemente a prova di caduta con certificazione BG
  • per luci da 1,00 fino a 6,00 m.
  • possono essere incardinate in lamiere curve 
Lucernario S - LSS Safety Stripe

LSS – LAMILUX Safety Stripe

  • Si garantisce un’ottima protezione anticaduta, prima che vengano montate le vetrate e per l’intera durata di utilizzo del prodotto, come prescritto dalla norma GS-Bau 18.
  • Si crea una zona di sicurezza nella parte inferiore della lastra che offre protezione, pur non pregiudicando l’estetica del lucernario.
Lucernario S - Protezione frangisole

Protezione frangisole

  • lamiera forata verniciabile in tutti i colori RAL
  • particolare disegno che crea l’effetto delle foglie
  • Queste lamiere sono anche conformi ai requisiti prescritti dalla norma GS Bau 18 in materia di protezione anticaduta permanente.
  • protezione contro la grandine e i raggi UV
Lucernario S - Zanzariera

Zanzariera

  • Questo dispositivo di protezione viene integrato nel sistema a falde. Anche con le falde aperte, gli insetti non possono penetrare all‘interno dell‘edificio.
lucernario-continuo-s_accessori_COMPARTIMENTAZIONE PER-IL-FUMO

Compartimentazione per il fumo

  • A prova di fumo, incombustibile A1
  • Struttura: 2 mm alluminio / PC 10 / 2 mm alluminio
  • Applicazione: compartimentazione delle zone colpite da un incendio, poiché il PC del lucernario si fonde e la compartimentazione per il fumo delimita ulteriormente la zona.
Lucernario S - Coloritura

Coloritura

  • I telai LAMILUX in lamiera d’acciaio e tutti gli altri profili in alluminio a vista possono essere verniciati secondo le particolari esigenze del cliente in tutte le colorazioni della cartella colori RAL.
Dettagli di costruzione

Lucernario S - Dettagli di costruzione -1
Lucernario S - Dettagli di costruzione -2


Sistema di fissaggio bionico dinamico – BDS

Principio di funzionamento: Nelle zone realizzate con tecnica ibrida utilizzando diversi materiali, si possono riscontrare nell’area del colmo aree rigide, elastiche e semielastiche. I componenti possono essere collegati, oltre che con morsetti e dispositivi di ancoraggio statici, anche mediante chiusure ad attrito. Ne risulta così una struttura elastica che nel contempo rimane perfettamente accoppiata.

Effetti positivi:  In presenza di forze di compressione e tensione, che agiscono verticalmente o orizzontalmente alla struttura, questo sistema impedisce allontanamenti o avvicinamenti eccessivi tra i
componenti, che quindi rimangono uniti, entro definite tolleranze. Il lucernario continuo non si deforma nemmeno in presenza di forti carichi di neve e di vento, assicurando una perfetta tenuta e grande
sicurezza.

Lucernario S - BDS - Compensazione di forze e tensioniBDS - Compensazione di forze e tensioni
  • Accoppiamento di forma nelle aree rigide, elastiche e semielastiche del colmo
  • Principio di funzionamento bionico grazie all’integrazione di forme e funzioni 
  • Il lucernario continuo resiste a elevati carichi di neve e vento


Regolazione dinamica della coppia - DMR

Principio di funzionamento:  Con l‘ausilio di molle dMr (regolazione dinamica della coppia), le vetrature vengono ancorate in modo tale da mantenere la tensione ottimale così che, anche in presenza di forti sollecitazioni ferme in sede, esse restano perfettamente assicurate.
Effetti positivi: In caso di forti sollecitazioni a carico della struttura del lucernario continuo, le lastre in policarbonato mantengono la tensione ottimale e rimangono perfettamente ferme in quanto gli eventuali carichi vengono assorbiti ed ammortizzati in maniera ottimale.

Lucernario S - Sistema DMR – Protezione in presenza di carichi divento estremiSistema DMR – Protezione in presenza di carichi divento estremi
  • elevata stabilità delle falde, anche con battenti aperti 
  • Migliore ancoraggio delle lastre in policarbonato 
  • Aumentata protezione dei sistemi a battenti grazie a traverse multiarticolate montate su cuscinetti elastici


Assorbitore dinamico di dilatazione - ADA

Principio di funzionamento: Le guarnizioni perimetrali restano saldamente in sede grazie a cinghie tensionatrici.
Effetto positivo:  Il sistema ADA assorbe eventuali differenze di dilitazione fra costolatura di irrigidimento e guarnizioni presenti nei lucernari continui.

Lucernario S - ADA – Sicurezza sin nei minimi particolarADA – Sicurezza sin nei minimi particolar
  • Protezione ottimale della costruzione in presenza di neve, ghiaccio e forte sviluppo di calore 
  • Le guarnizioni sono saldate ad accoppiamento dinamico e geometrico 
  • Le cinghie tensionatrici dispongono di guide integrate per l‘alloggiamento delle guarnizioni, dei sistemi di ombreggiatura, delle falde e dei dispositivi di manutenzione 


Convertitore isotermico del carico - ITL

Principio di funzionamento: Il convertitore ITL trasferisce il carico in maniera mirata alla struttura
di supporto del lucernario per cui il profilo di base non è più sollecitato da carichi e tensioni, tanto che è possibile impiegare materiali ad elevato potere termoisolante.
Effetto positivo: Con la tecnologia ITL garantiamo un andamento isotermico ottimale, riducendo al minimo il rischio della formazione di condensa nel profilo di base del lucernario continuo.


Lucernario S - Tecnologia ITLTecnologia ITL – per voi, i vantaggi della massima efficienza energetica
  • eccezionali coefficienti di trasmittanza termica Uf nei profili  di base e maggiore potere termoisolante 
  • Aumentato assorbimento dei carichi dei profili di base
  • rischio di formazione di condensa notevolmente ridotto 
  • Aerazione ottimale della canalina fermavetri 
  • Lato interno liscio con meno spigoli per una minore esposizione alla sporcizia


Protezione antincendio lineare - LDS


LDS – Protezione antincendio intelligente
  • impedisce che le fiamme raggiungano il tetto in corrispondenza di aperture, come dalle disposizioni della norma dIN 18232 Parte 4
  • rende inutili le grandi gettate di ghiaia intorno ai lucernari
  • tecnologia brevettata
Lucernario S - Protezione antincendio lineare - LDS
il profilo 
Lucernario S - Protezione antincendio lineare - LDS
fase 1 - l'incendio  
Lucernario S - Protezione antincendio lineare - LDS
fase 2 - spegnimento delle fiamme

Principio di funzionamento: Se la protezione viene fissata su una sottostruttura, come ad esempio il basamento, la guaina di copertura del tetto viene solitamente risvoltata sulla struttura di supporto e fin sotto il profilo di base del lucernario continuo. Spesso capita che in caso di incendio, sviluppatosi all’interno dell’edificio, la guaina di copertura sul lato interno della struttura di supporto si incendi, tendendo a bruciare come una “miccia”, fino a che le fiamme si propagano sulla superficie esterna del tetto.
La protezione lineare antincendio (LDS) è un sistema intelligente per limitare la propagazione dell’incendio in corrispondenza delle aperture presenti sul tetto. Un ruolo essenziale a tale proposito è svolto dal profilo del lucernario composto da un materiale termoplastico che in presenza di alte temperature si ammorbidisce, adagiandosi - in corrispondenza della struttura di supporto - direttamente sul bordo della guaina che brucia. Di conseguenza i giunti vengono sigillati e l’apporto di ossigeno interrotto tanto che le fiamme sviluppatesi in quel punto si spengono.

Effetti positivi
La protezione antincendio lineare (LdS) consente di scongiurare un eventuale ”effetto miccia” e il flash-over. Il profilo di base rimane stabile per l’intera durata dell’incendio in quanto viene raffreddato e irrigidito dal profilo metallico soprastante.


Efficienza energetica

Ottimizzazione dell’andamento delle isoterme

Installando il lucernario continuo S CI-System di LAMILUX sosterrete efficacemente il nostro obiettivo di ottimizzare le prestazioni energetiche dell’involucro dell’edificio.

ISO_Fuss
Profilo di base
ISO_First
Profilo di colmo
Iso_Traufprofil
Profilo di gronda battente
ISO_Giebelwand
Profilo elemento frontale
ISO_Fuss_Giebel
Profilo di base elemento frontale

Le ottime tecniche di termoisolamento dell‘intera struttura assicurano i migliori coefficienti di trasmittanza termica Uw per un sistema di lucernari continui omologato a livello europeo. Le caratteristiche di efficienza energetica sono testate e certificate a norma ETAG 010, a comprova del flusso di calore omogeneo nell‘ambito del sistema di lucernari continui.


Soluzioni per uno stabile raccordo al tetto

I collegamenti qui illustrati hanno solo carattere indicativo. Nella progettazione e nell’esecuzione dei lavori di coibentazione del tetto, la ditta esecutrice è tenuta a osservare le regole tecniche previste per i tetti coibentati, ad es. le direttive per i tetti piani.

Lucernario S - Montaggio su telaio in lamiera d’acciaio
Montaggio su telaio in lamiera d’acciaio
Lucernario S - Montaggio su trave in legno lamellare
Montaggio su trave in legno lamellare
Catalogo Lucernario continuo S